ERMANNO LESO, IN ARTE SCULTORE

Lo scultore Ermanno Leso

«L’anima è figlia della nostra coscienza, che è incorruttibile!

Racconterò

con le mie sculture fin che posso e mi è concesso, nel modo più sincero»

E. Leso

Questo slideshow richiede JavaScript.

“La Forza Dell’Essere” Bronzo fusione a cera persa, Plexiglas, Marmo nero Marquinia, luce a led 2014

«Tutti cerchiamo la forza e l’equilibrio per riuscire a rimanere aggrappati ad un sogno.»

Ermanno Leso

Sono davvero felice e orgoglioso di poter rincontrare l’artista e amico Ermanno, scultore che ha saputo scoprire un vero talento coltivando una forte passione per il bronzo e, di recente, avvicinandosi anche al marmo: frequenta infatti la “Scuola d’Arte marmo Paolo Brenzoni ”, allievo del maestro Matteo Cavaioni, e fa parte della Società delle Belle Arti di Verona, del  direttivo del Gruppo Antonio Nardi – Amici dell’arte e della Fondazione Verona Per L’Arena – Sez. Arte.

Ricordo la recente esposizione presso le Centrali Idroelettriche Taccani di Trezzo d’Adda, curata da Giorgio Grasso per EXPO 2015, intitolata non a torto “International conterporary art”, visitatissima, con la presenza di duecentocinquanta artisti e più di ben ottocento opere.

Dal 6 al 28 giugno del corrente anno, inoltre, presso Palazzo Ducale di Revere (MN) è attiva la collettiva “FORMA et IMAGO”, alla quale l’artista parteciperà con ben 7 opere!

Ebbi il piacere d’intervistare Ermanno qualche mese fa, per Stile Arte: Ermanno Leso –

“Scultore per istinto e vocazione naturale”

Caro Ermanno, questo è veramente un anno di intense attività: fra nuove creazioni e mostre, hai dato alla luce ben sette nuove opere.

Vediamone alcune

«Liberamente ispirato dal romanzo di Thomas Mann “La morte a Venezia”»

“Tazio il Ragazzo dagli Occhi Blu” – 2015

Bronzo su base in marmo rosso Selce Pernice e marmo nero Portoro dell’Elba.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È il tema della giovinezza? Cosa ti ha spinto a sceglierlo? E come sei giunto ad ispirarti a Mann?

E.: Il tema è sì la giovinezza, ma in questo bellissimo romanzo di Thomas Mann anche molto di più. La bellezza di Tazio, sfrontata e seducente, induce ad una seria riflessione chi ammuffisce tra libri, intellettualismi e quesiti esistenziali, lasciandogli pensare che il mondo è nelle sue mani e che forte della sua incoscienza vincerà sempre la sua battaglia, anche quella dell’amore Platonico che gli viene concesso, suo malgrado, in cambio solamente di uno sguardo.

E’ stato l’omonimo film di Lucchino Visconti, da me visto tantissimi anni fa, ad ispirarmi questo tema, ora che anch’io, come Gustav Von Aschenbach (protagonista del film\romanzo), affronto la soglia dei 50anni con la stessa devota ed incantata ammirazione per la bellezza.

“ATLANTE – 2015”

Marmo bianco Lasa, marmo nero Marquinia e Acciaio Scultura realizzata alla scuola d’Arte Paolo Brenzoni. anno 2015

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un tema mitologico…: uno dei pilastri del cielo, secondo la Mitologia Greca (Odissea, libro I).

Sei stato tu il Perseo che ha pietrificato il padre di Calipso?

Scherzo ovviamente.

Mi raccontavi che in una prima sbozzatura, dei tuoi amici lo avevano identificato come una figura di pensatore… come ti è nata l’idea del titano?

E.: Magari mi fosse bastata la testa di Medusa per pietrificare questo mio pensiero! E forse questa mia scultura non ha neanche molto a che fare con la mitologia se non per  il supplizio che Zeus ha imposto ad Atlante. In realtà ho chiesto aiuto agli Dei, mentre invece il titolo “Pensatore” ricordava inevitabilmente Rodin.

Ho voluto raccontare le fatiche e lo sconforto di un uomo contemporaneo, quando sembra che il mondo gli cada sulle spalle, un mondo sofferente, spaccato, che induce il soggetto al limite della rassegnazione.

“GENESI” – Luce Antropomorfa

Scultura in Marmo bianco Lasa scultoreo e marmo nero del Belgio – 2015

supporto con luce LED

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qual è il tuo rapporto con la religione?

E.: Hai ragione di pensare che la Genesi abbia a che fare con la religione visto che è  noto il Libro della Genesi, nonché essa sia l’incipit dell’intera Bibbia e della Torah; ma la mia scultura intende la Genesi come nascita, creazione generata dalla luce.

Per cui preferirei astenermi dal dichiarare il mio rapporto con la religione,  che  è un tema molto complesso quanto personale.

Però mi piacerebbe sottolineare il fatto che dalla materia secolare come il marmo prenda forma un embrione che  grazie alla luce ha Vita.

Quindi ecco apparire le sembianze umane, questa la mia emozione: sentire la materia che pulsa, che brilla spaccando il marmo cristallino, la luce che, sbattendo prima sulle pareti grezze del marmo, poi accarezza e da forma a linee perfette e sinuose. Questa è la scultura: e’ luce che da forma e vita.

“L’Angelo Imperfetto”

Scultura in bronzo bianco lucido,

in sospensione su base in marmo nero Marquinia  – 2015

Questo slideshow richiede JavaScript.

«Io non so se sono un artista, ma questo lavoro che ho fatto commuove anche me» 23 aprile 2015

Raccontaci il tuo angelo… perché è “imperfetto”?

E.: Vorrei essere subito chiaro, non si tratta dell’Angelo rifiutato da Dio come si potrebbe pensare riferendosi alla Bibbia, ma è un Angelo rifiutato dalla società contemporanea perchè considerato un diverso quindi Imperfetto.

In questo tentativo di volo contorto cerca in tutti i modi di sciogliere quei vincoli che gli impediscono in ogni modo di sentirsi libero. Il suo è un urlo di supplica rivolto verso l’alto, verso chi ancora lo considera figlio suo! Omofobia, razzismo o parole come antisemitismo sono termini ancora di un’assurda attualità … questo Angelo, che in realtà ha ben poco di Imperfetto nella forma, vuole augurare alle generazioni future più LIBERTÀ!

“BLOWIN IN THE WIND”

Questo slideshow richiede JavaScript.

«Nata il 7 gennaio 2015»…

E.: Mentre lavoravo su questa figura femminile che null’altro aveva da rappresentare che  libertà e leggerezza, i media raccontavano del tragico attacco terroristico accaduto in Francia contro la sede del giornale storico Charlie Hebdo.

In quei momenti di sgomento io stavo ascoltando “blowing in the wind” di Bob Dylan ed ho voluto che di quel ricordo non rimanesse che un messaggio di Pace che soffiasse nel Vento.

Vorrei concludere questa bella esperienza con quello che secondo me è il più bel pezzo delle tue creazioni……

IL BACIO ” 2012

dsc_1277

Opera realizzata in Bronzo a cera persa, laccato Bianco lucido su base in marmo nero Marquinia.

«Questo gesto d’amore è dedicato a tutti coloro che sanno dare amore, puro come il Bianco ed eterno come il Bronzo.»

Ermanno Leso, scultore

3 pensieri su “ERMANNO LESO, IN ARTE SCULTORE

  1. Un’intervista dalla stesura piacevole perché scorrevole e sentita,con molti riferimenti alla storia antica e contemporanea ed hai sentimenti, come è giusto che sia perché è di proprio questo che le opere d arte sono fatte . l’artista inserisce nell’opera il proprio bagaglio culturale e sociale ,elaborato dal proprio Io.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...