Portable / Serial Classic: il classico si perpetua, da modello a matrice

«[…] un repertorio fissato una volta per tutte e pronto al riuso; insomma, “classico”.»

da Futuro del “classico” di Salvatore Settis

Sabato 9 maggio è stata aperta, presso la sede della Fondazione Prada di Ca’ Corner della Regina a Venezia, la mostra “Portable Classic”: evento collaterale a “Serial Classic”, con cui si è inaugurata la nuova sede permanente di Milano.

Un evento di lusso e alta classe, ma soprattutto dal massiccio contenuto culturale, ulteriormente appagato da un deciso e chiaro approccio scientifico dell’Organizzazione, che da ormai diversi anni opera nel settore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Più di 80 preziose opere, quelle esposte a Venezia, ispirate a canoni classici dell’Arte Greca Antica. Fra queste delle copie di “Ercole Farnese” proposte attraverso riproduzioni di marmo, bronzo e terracotta che vanno da una “minima” delle dimensioni di 15 cm di altezza ad una “massima” in gesso che giganteggia con i suoi 317 cm. Icone del Classico di Età Antica vengono accostate ad altre di Epoca Rinascimentale, come negli esempi de l’ “Ignudo della Paura” e la “Venere Accovacciata”. Si arriva fino al Cinquecento. Alcuni dipinti di Lorenzo Lotto, Tintoretto e Bernardino Licinio: illustri collezionisti del XVI secolo ritratti in posa tra sculture classiche e calchi in gesso delle loro raccolte.

Partendo dai casi emblematici del “Torso del Belvedere” e del “Laocoonte”, la mostra illustra come gli artisti rinascimentali abbiano utilizzato le copie in piccolo formato per elaborare ipotesi sulle parti mancanti degli originali classici.

A Milano invece, con 60 pezzi, si va a indagare sull’unicità di modelli quali il “Discobolo” e la “Venere accovacciata”

Altri due importanti nuclei sono dedicati ai temi dei materiali e del colore dei bronzi e dei marmi classici. L’ “Apollo di Kassel”, ad esempio, è riproposto in due recenti calchi in gesso che riproducono la superficie bronzea dell’originale greco perduto e la coloritura delle copie romane in marmo.

Interessante sezione è anche quella dedicata alle modalità e tecnologie impiegate per la riproduzione seriale dei modelli d’opera, quali il momento del trasferimento della forma su calco in gesso, senza tralasciare il trasferimento delle figure nuovamente sul marmo. In aggiunta sono state esposte la “Penelope” e le “Cariatidi” sul prototipo dell’Eretteo di Atene.

Progetto ambizioso, quello della Fondazione, che organizza, in collaborazione con uno dei massimi esponenti del Patrimonio Culturale Umano Italiano, il professor Salvatore Settis, assieme ad Anna Anguissola per Milano e poi Davide Gasparotto per Venezia, una mostra rivolta ad un pubblico colto, con il nobile obiettivo di proporre la cultura “come strumento di conoscenza e apprendimento”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

FONDAZIONE PRADA – MILANO  

Serial Classic

09 Mag – 24 Ago 2015

FONDAZIONE PRADA – VENEZIA

Portable Classic
9 maggio – 13 settembre 2015

ORARI/GIORNI APERTURA
Tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 10 alle 18.

BIGLIETTI
Intero – 10 euro
Ridotto – 8 euro (studenti fino ai 26 anni, possessori tessere FAI, accompagnatori visitatori diversamente abili, gruppi dalle 15-20 persone)
Gratuito (visitatori sotto i 18 e sopra i 65 anni, visitatori diversamente abili, giornalisti accreditati o in possesso di tessera stampa in corso di validità)

COME ARRIVARE
Vaporetto
Linea 1 fermata San Stae o Rialto Mercato

VISITE GUIDATE
Tutte le visite guidate (di gruppo e individuali) devono essere prenotate con un preavviso minimo di 24 ore tramite il Servizio Visitatori della Fondazione:
+39 041 81 09 161; visit.venezia@fondazioneprada.org

Un gruppo è costituito da un minimo di 15 e un massimo di 20 persone.
Il costo della visita guidata è di 80 euro oltre il prezzo del biglietto.
Il servizio è offerto in lingua italiana, inglese, francese, tedesca e spagnola.
E’ possibile richiedere visite guidate in altre lingue con un preavviso minimo di 7giorni.

CONTATTI SERVIZIO VISITATORI +39 041 81 09 161 visit.venezia@fondazioneprada.org

Catalogo della mostra: SERIAL/PORTABLE CLASSIC

Collegamento al sito della mostra di Venezia: PORTABLE CLASSIC

Collegamento al sito della mostra di Milano: SERIAL CLASSIC

Un pensiero su “Portable / Serial Classic: il classico si perpetua, da modello a matrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...