Castelvecchio: domani il rimpatrio delle opere rubate

Ieri sera, alle ore diciotto e trenta, l’agenzia ANSA ha emesso la notizia del rientro delle opere rubate al Museo di  Castelvecchio in Verona, a distanza ormai di un anno e un mese dallo storico furto.

Così come era già stato programmato da tempo, una delegazione speciale italiana si recherà a Kiev per il rimpatrio delle diciassette opere, fissato per il pomeriggio di mercoledì 21 dicembre.

A supervisionare le ufficialità dell’evento, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, seguito dal Sindaco di Verona Flavio Tosi, dal Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Generale di Brigata
Fabrizio Parrulli, dal Sostituto Procuratore Gennaro Ottaviano e dal Direttore del Servizio Centrale Operativo (SCO) Renato Cortese.

Il giorno stesso del rientro, il Museo di Castelvecchio darà luogo alla cerimonia speciale, supervisionata dal ministro Franceschini e dal sindaco Tosi, per la riconsegna dei dipinti alla città scaligera.

Finalmente dunque, la lunga battaglia investigativa, sfociata in un caso diplomatico, sembrerebbe avere avuto l’esito positivo che attendeva da tempo.

Il sindaco di Verona ha dichiarato inoltre che «Al loro rientro a Verona le opere recuperate saranno esposte per un mese, ad ingresso gratuito, in sala Boggian al museo di Castelvecchio».  Un allestimento straordinario, in un’apposita sezione creata ad hoc in una sala selezionata per l’occasione del ritorno in patria di opere risapute già come inamovibili.

foto-di-ugo-franchini

Ai cittadini ucraini in visita a Verona fino alla fine di quest’anno è stata riconosciuta la possibilità di accesso gratuito a tutti i musei cittadini. Fino al 13 giugno di quest’anno era stata programmata la permanenza dei quadri, in esposizione al Museo nazionale di Kiev.

Con ironia, si potrebbe quasi affermare che, ad ulteriore conferma del massimo apprezzamento delle opere d’arte italiane nel mondo, l’esposizione ucraina è stata infine prorogata di ben sette mesi. Ma alla fine anche il momento della restituzione sembra essere giunto, e tutti speriamo che ogni quadro ritorni al suo posto, appeso a quei muri che a Verona per il momento sono rimasti spogli, tristemente coperti da misere fotocopie, in memoriam.

Tra i quadri figurano opere, sia certe che attribuite, di Rubens, Mantegna, Tintoretto, Giovanni e Jacopo Bellini e Pisanello.

Ricordo che durante una lezione speciale dedicata a Pisanello, al corso di Storia dell’arte medievale tenuto dalla prof.ssa Tiziana Franco lo scorso maggio, sia stato posto in evidenza come l’esempio della stessa Madonna della quaglia, trasformata in emblema dei fatti di Castelvecchio, potrebbe in realtà non essere del medesimo autore, del quale non si conosce nemmeno il luogo di nascita, dibattuto fra pisano o veronese. Tante sono ancora le incertezze e le lacune soprattutto per quanto riguarda la figura di Antonio di Puccio Pisano, e quel che ne emerge, in ogni caso, dal punto di vista storico-artistico, è la grande e gravosa responsabilità affidata all’attribuzionismo. Le attribuzioni ad artisti celebri infatti, al di là della confermata veridicità delle stesse, in molti casi quasi mai assoluta, possono mettere in risalto un’opera che potrebbe invece introdurre nuove figure di artisti sconosciuti o trascurati dalla storiografia e dalla critica, riportando  alla luce nomi dimenticati e dando il via a nuove ricerche.

antonio-pisano-detto-pisanello-madonna-col-bambino-detta-madonna-della-quaglia-tempera-su-tavola-cm-54x32

In conclusione, vorrei riportare la lista completa delle opere in questione, così come riportata dal quotidiano online Artribune:

Antonio Pisano detto Pisanello, Madonna col bambino, detta Madonna della
quaglia, tempera su tavola, cm 54×32, inv. 164-1B0090 – valore: euro 4.000.000

Jacopo Bellini, San Girolamo penitente, tempera su tavola, cm 95×65, inv. 876-
1B0306 – valore: euro 2.000.000

Andrea Mantegna, Sacra Famiglia con una santa, tempera su tela, cm 76×55,5,
inv. 855-1B0087 – valore: euro 4.000.000

Giovanni Francesco Caroto, Ritratto di giovane con disegno infantile, olio su tavola,
cm 37×29, inv. 5519-1B0130 – valore: euro 2.000.000

Giovanni Francesco Caroto, Ritratto di giovane monaco benedettino, olio su tela,
cm 43×33, inv. 1407-1B0142 – valore: euro 200.000

Jacopo Tintoretto, Madonna allattante, olio su tela, cm 89×76, inv. 1285-1B1623
– valore: euro 500.000

Jacopo Tintoretto, Trasporto dell’arca dell’alleanza, olio su tavola, cm 28×80, inv.
263-1B0227 – valore: euro 100.000

Jacopo Tintoretto, Banchetto di Baltassar, olio su tavola, cm 26,5×79, inv. 264-
1B0229- valore: euro 100.000

Jacopo Tintoretto, Sansone, olio su tavola, cm 26,5×79, inv. 265-1B0228
– valore: euro 100.000

Jacopo Tintoretto, Giudizio di Salomone, olio su tavola, cm 26,5×79,5, inv. 266-
1B0230- valore euro100.000

Cerchia di Jacopo Tintoretto, Ritratto maschile, olio su tela, cm 54×44, inv. 44381-
1B4013 – valore: euro 150.000

Domenico Tintoretto, Ritratto di Marco Pasqualigo, olio su tela, cm 48×40, inv.
6707-1B0158 – valore: euro 500.000

Bottega di Domenico Tintoretto, Ritratto di ammiraglio veneziano, olio su tela, cm
110×89, inv. 1602-1B0710 – valore: euro 100.000

Peter Paul Rubens, Dama delle licnidi, olio su tela, cm 76×60, inv. 1779-1B0166 –
valore: euro 1.500.000

Hans de Jode, Paesaggio, olio su tela, cm 70×99, inv. 6275-1B0685 – valore:
euro 200.000

Hans de Jode, Porto di mare, olio su tela, cm 70×99, inv. 6273-1B0680 – valore:
euro 200.000

Giovanni Bellini, Ritratto di Girolamo Pompei, olio su tela, cm 85×63, inv. 45793-
1B4017 – valore: euro 5.000

mantegna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...