Gutemberg è ancora valido (?)

L’estratto che qui presento proviene da un saggio scritto dai miei prozii circa mezzo secolo fa. Le nuove tecnologie di computerizzazione automatica stavano già sviluppandosi, a ritmi sempre più rapidi, mutando di fatto il sistema di scrittura e stampa del libro, quindi della stessa impaginazione e delle arti grafiche. Quella che il sociologo McLuhan chiamò “Galassia Gutenberg” stava entrando in un’epoca nuova, verso un’ulteriore rivoluzione, in un’espansione che tutt’oggi tende praticamente all’infinito. E ormai, accanto alla parola scritta, l’immagine si fa spazio sempre più pressantemente, con una capacità di sviluppo e di riproduzione sempre più “facili”.

«LA CIVILTÀ DELL’ALFABETO non si è ancora estesa in tutto il mondo; vaste masse incolte permangono ancora chiuse nell’incomunicabilità, sprovviste di quel grande apporto che proviene dalla conoscenza della scrittura. Eppure sembra ora che Gutenberg sia sul punto di capitolare, in vista delle novità che stanno avanzando galoppanti verso di noi; sembra che il linguaggio elettronico, i “computers”, le comunicazioni per immagini costituiranno le basi della nuova cultura di massa; che i contenuti razionali, anche se complessi ed elevati, si avvarranno di vie nuove per giungere al lettore e non avranno più bisogno del “tradizionale” alfabeto.»

 

Gutemberg è ancora valido • nuovo metodo di composizione tipografica con caratteri mobili, L. Figini F. Cordova 1969 Edizioni Method® Milano.

1024px-johannes_gutenberg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...