Umbra profunda sumus, ne nos vexetis inepti. Non vos, sed doctos tam grave quaerit opus.

«Quest’arte non serve soltanto ad acquisire una semplice tecnica mnemonica, ma apre anche la via e introduce alla scoperta di numerose facoltà…»

Bruno_De_Umbris_angoli
Dal “Trentesimo modo”. In D sono contenuti in potenza i vertici di infiniti angoli al tendere di C verso B, e dunque in C sono possibili infiniti atti, visualizzabili in E, F, eccetera. Questa infinita potenzialità in D è un’analogia geometrica con la quale Bruno mostra come l'”idea” dell’angolo corrisponda a “ombre” infinite.

«[…] Trattiamo questa arte sotto una duplice forma, e seguendo una duplice via: la prima di queste è più elevata e generale; essa serve a ordinare tutte le operazioni dell’animo […] consiste in trenta modi di intendere le ombre […] La seconda forma dell’arte, che viene esposta in seguito, è più sintetica e serve per acquistare, attraverso un sistema di regole, un genere ben preciso di memoria.»

(Ermes: dialogo preliminare, De umbris idearum)

Die_Leiter_des_Auf-_und_Abstiegs
De ascensu et descensu intellectus, Raimondo Lullo, 1512.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...