Cosa fatta capo ha

Il profumo dell’Italia
è tra Unie e Promontore.
Da Lussin, da Val d’Augusto
vien l’odor di Roma al cuore.
Improvviso nasce un fiore
su dal bronzo e dall’acciaro.

EIA, patria del Quarnaro.
Alalà!

bandiera_della_reggenza_del_carnaro_by_rossi1994bs-d8k9gee

In questa ricerca, Pierluigi Romeo di Colloredo racconta, ora per ora, una “giornata particolare” per l’Italia. A pochi mesi dalla fine della Grande Guerra, Gabriele d’Annunzio si pone a capo di una colonna di ribelli e occupa, senza colpo ferire, la città di Fiume, rivendicandone l’annessione all’Italia in aperta ribellione alla Società delle Nazioni.

Sembra impossibile immaginare una simile impresa all’inizio del XX secolo – il secolo del telegrafo e del telefono, della guerra meccanizzata e della politica internazionale. Eppure Gabriele d’Annunzio c’è riuscito. Anche in quell’occasione ha saputo imporre i suoi sogni agli altri uomini.

Romeo di Colloredo restituisce il ritmo incalzante di quell’incredibile giornata ricostruendone ogni tappa attraverso l’intreccio delle voci dei protagonisti. Il lettore potrà vivere la perfezione drammatica con cui d’Annunzio ha saputo piegare gli eventi alla sua volontà, al tempo stesso, preparandone una narrazione dal ritmo epico.

Giordano Bruno Guerri, dalla prefazione.

hic-manebimus-optime

Una lettura piacevole ed interessante, ricca di storia e non solo: con riferimenti alla politica e alla letteratura di quel passato, così tempestate di esoterismo… la missione del Poeta Vate risulta da questo studio ancor più leggile nella sua ricchissima mole di aneddoti rimasti nel tempo più o meno noti, dettagli mai lasciati al caso, particolari come a miriadi ne possiamo trovare nella vita di Gabriele D’Annunzio e nei simboli che gli furono cari, financo alla dimora benacense del Vittoriale, oggi fra i musei più visitati ed apprezzati in Italia.

Nuovamente edito con la preziosa prefazione di Giordano Bruno Guerri, ne ha scritto un appassionato esperto, il Conte dott. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels.

Nato a Roma l’11 febbraio 1966, archeologo e storico, si è laureato in Lettere presso l’Università di Roma La Sapienza con tesi in Egittologia; specializzatosi in Archeologia Orientale (indirizzo egittologico), ha conseguito il Dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Venezia “Cà Foscari”. Ha prestato servizio militare come Ufficiale dei Granatieri di Sardegna ed è Capitano della Riserva qualificata. Appassionato di storia militare e conoscitore di Kriegsspiele, è autore di numerosi saggi storici, e in particolare di una serie d’opere basilari sui reparti delle Camicie Nere, segnalati anche nelle biblioteche delle università di Berkeley, Stanford e Toronto.

Ha inoltre all’attivo molte pubblicazioni scientifiche storico-archeologiche, tra le quali L’Egitto al tempo dei Romani, in B. Adembri (cur.) Suggestioni egizie a Villa Adriana, Electa Mondadori, Milano 2006; Sabina e l’Egitto in B. Adembri, R. M. Nicolai (curr.) Vibia Sabina, da Augusta a Diva, Electa Mondadori, Milano 2007.

ob_7b995e_fiume-ban-poeta

9788894292916_0_0_0_75

LA CARNE DEL CARNARO

Un giorno nella vita di Gabriele D’Annunzio

Venerdì 12 settembre 1919 La marcia su Fiume

di Pierluigi Romeo di Colloredo, prefazione di Giordano Bruno Guerri. Ed. Italia Storica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...